Porte Automatiche ad uso intensivo

Aziende per aperture di porte automatiche Aprisystem

Nel settore delle porte automatiche Aprisystem si muove con estrema competenza e professionalità da decenni.

Siamo in grado di fornire varchi automatici completi, realizzati in alluminio, acciaio o solo cristallo; l’azienda è specializzata in bussole e accessi con alti flussi di attraversamento, adatti a centri ospedalieri, centri commerciali, hotel, o attività con numerosi passaggi di personale.

Le porte automatiche non nascono solo per automatizzare l’ingresso, ma sovente vengono integrate nel piano volto al risparmio energetico di un locale o di un edificio. Progettate sopratutto per chiudersi nel minor tempo possibile dopo il passaggio dell’ utente a evitare dispersioni di energia.

Realizzare un “ingresso automatico” significa essere anche attenti alle normative italiane e anche  europee (EN16005), che da anni regolamentano e condizionano i progettisti al fine di mantenere alti standard di sicurezza.

Le possibilità sono molteplici, automazioni ad un’anta scorrevole rettilinea, a due ante contrapposte, automazioni telescopiche a una o due ante sovrapposte, automazioni a battente, porte semicircolari o circolari, bussole interbloccate.

Alcune realizzazioni specifiche possono avere la necessità di identificare nella porta automatica l’uscita di evacuazione del locale  definita come “l’uscita di sicurezza”, realizzabile con particolari accorgimenti costruttivi: meccanismo a sfondamento o tecnologia ridondante.

Questo settore spesso necessita di esigenze estetiche e tanta professionalità; design ricercati e materiali dedicati permettono di realizzare ingressi e varchi automatici integrati in contesti di ristrutturazioni o riqualificazione di locali.

Riferimenti tecnici delle Porte Automatiche

Dettagli costruttivi e ingombri minimi

Il meccanismo per porte scorrevoli da noi installato è adatto a molteplici situazioni di installazione, anche quelle più gravose o difficoltose.

Esso si contraddistingue per la sua semplicità e modularità e le sue caratteristiche meccaniche ed elettroniche che ne fanno un automatismo:

  • flessibile,
  • funzionale,
  • compatto,
  • semplice da installare e
  • dotato delle soluzioni tecnologicamente più evolute disponibili sul mercato.

La gamma delle automazioni dispone di due modelli:

  • A100 con portata 100kg + 100kg ad anta e 120Kg se anta singola,
  • A140 con portata 140 kg + 140 Kg o 180 kg se anta singola

Entrambi i modelli possono essere predisposti per vie d’esodo con meccanismo meccanico a sfondamento o con tecnologia ridondante (EN16005).

Parti tecniche delle porte automatiche

  • Struttura in alluminio con coperchio rimovibile o sollevabile pratico per tenere il coperchio aperto in fase di manutenzione e pulizia
  • Carrello con doppia ruota di scorrimento in duro materiale plastico silenziato con diametro maggiorato e terza ruota di contrasto a eliminare la possibilità del ribaltamento o dell’effetto pendolo, i carrelli sono progettati per essere non solo regolati in altezza ma anche trasversalmente
  • Centrale elettronica di ultima generazione con alimentatore switching integrato protetto da sbalzi di tensione, e che rispetto al tradizionale trasformatore toroidale garantisce maggior risparmio energetico. La centrale è dotata di microprocessore per la gestione delle logiche ed è aggiornabile e personalizzabile secondo ogni esigenza
  • Regolazione di tutti i parametri direttamente sulla scheda tramite display con appositi pulsanti di selezione personalizzabile per ogni tipo di applicazione
  • Scheda di espansione per funzionalità aggiuntive come collegamento a rete LAN con indirizzo IP o collegamento a smartphone/tablet tramite bluetooth
  • Possibilità di collegare selettori logici in modalità wireless o eventuali telecomandi per controllo da remoto
  • Leva di sblocco manuale dell’elettroblocco.

Schemi di una realizzazione standard di porta automatica rettilinea

schema elettrico ingresso 2 ante porte automaticheschema elettrico ingresso ridondante 2 ante porte automatiche

Sezione Automatismo con misure di ingombro

Nella fotografia qui sotto vengono espresse le dimensioni del trave automatico in sezione, la parte colorata di nero è il trave strutturale che viene fissato alla parete, la rappresentazione in rosso e rosa sono il coperchio con la rispettiva prolunga, nel caso servisse.
La parte in marroncino è la rappresentazione del carrello di scorrimento, dove viene fissata l’anta o le ante di apertura.

sezione automatismo con ingombri meccanici

La tabella qui sotto riepiloga le caratteristiche tecniche dell’automazione:

tabella porte automatiche

Nomenclatura sigle per rilievo misure

Nella fotografia qui sotto vengono espresse le dimensioni e gli schemi di attacco delle ante realizzate con profili non dedicati, ante in legno, in alluminio non dedicato.

Attenzione: la terminologia per esprimere correttamente le misure è la seguente:

HT = Altezza Totale locale;       HFM = Altezza Foro Muro;        LFM = larghezza foro muro

LUP = Luce utile di passaggio HCA = Altezza posizione Cassa HCO = Altezza sotto CoperchiFMo

HCA = Altezza posizione Cassa o trave in alluminio; questa misura serve per definire il posizionamento in altezza dell’automatismo sul muro. La trave in alluminio è fatta per essere messa circa 40 mm più alta dall’altezza coperchio

HCO = HUP Altezza sotto Coperchio = Altezza Utile di Passaggio; questa misura serve per definire il reale passaggio che si vuole avere. Normalmente l’altezza utile di passaggio equivale all’altezza del sotto coperchio

HAS = Altezza Anta Sotto Carrello; dopo aver definito l’altezza Utile di Passaggio HUP si può definire l’altezza dell’anta, che è data dalla Altezza sotto coperchio + 8 mm

Porte automatiche misure minime

attacco anta commerciale

tipologie apertura porte automatiche

Alcune fotografie di Porte Automatiche realizzate da Aprisystem